Il Coraggio

Nieflheim

Come già scritto in qualche post precedente, etimologicamente Cor-aggio significa aggio del cuore, quindi lo slancio delle nostre intenzioni.
Essendo ogni virtù associabile ad uno dei nove regni, coraggio può essere legato al Niflheim, il regno del freddo e delle nebbie. Un luogo in cui ogni passo è insidioso, ma in cui la nebbia è costretta a retrocedere all avanzare di un prode guerriero. Il gigantesco cane Garmr è a guardia di Gnipahelli ( la caverna prima dell'ingresso in Hel) e si dice che un' anima coraggiosa possa oltrepassare il mastino per addentrarsi in Hel, dandogli del pane intriso del proprio sangue ( come si può vedere, è necessario un sacrificio per poter proseguire...bisogna dare una parte di se stessi) ... Niflheimr è il luogo dei hrímþursar ossia i giganti di brina...il cui capostipite è Ymir il primo gigante nato dal ghiaccio leccato da Audhumla. Quindi chi avrà il coraggio di superare nebbia e ghiaccio, potrà avere l'ardire di parlare con Bergelmir, il gigante nato dai piedi di Ymir e scampato alla caccia di Odino Vili e Vé. Egli quindi è custode della conoscenza quando vi era ancora il Ginnungagap.
È chiaro come il coraggio sia una qualità necessaria per l'evoluzione dell'individuo, poiché gli permette di superare le proprie colonne d'Ercole e spingersi sempre più in là.

N.B. I contenuti dei nostri post sono proprietà di "Runemal, Scuola di Runologia Archetipica". Siete liberi di condividerli ma vi chiediamo di citare la fonte. Grazie.

Startup Growth Lite is a free theme, contributed to the Drupal Community by More than Themes.